A pennarello blu

01Mar16

Scansione-77-1024x1024Il declino di mestolate è iniziato quando abbiamo ignorato “La linea che sta al centro” di Caso (2013), il solito rimpallo di comunicato stampa “Ti giro una mail” – “Hai voglia di ascoltarlo tu?”, che ci ha portati a tralasciare uno dei dischi di punta più apprezzati degli ultimi tre anni, dopo essere stati tra i primi a ricevere notizia della pubblicazione. Un disco bellissimo, che non ero veramente riuscito ad ascoltare da capo a fine prima di un mese fa.

Scansione-12-1024x1024

Poco male, così facendo questo blog si è svelato ancora di più per quello che è in realtà: una cronaca del tempo che fugge, un diario di noi che tentiamo di ricordarcene. Tant’è che la password di mestolate è nome blog + anno di nascita (ormai chiunque ci può entrare e aggiornare il pezzo su trucebaldazzi).

Scansione-13-1024x1024

L’inizio del pezzo di Caso è molto simile a questo. Ero in quarta o quinta elementare quando ho visto per la prima volta Davide van De Sfroos a teatro (all’epoca Van de Sfroos band, poteva essere tra il 1997 e il 1999. Un altro secolo). Tra le poltroncine rosse, c’era anche una mia supplente d’inglese dell’epoca che ho completamente dimenticato.

Scansione-68-1024x1024

In settimana sono andato a sentire gli Ozric Tentacles al Magnolia, un concerto che aspettavo di vedere almeno dal 2002. Entrare nel tendone era come andare sullo spazio e vedere tutta la propria vita davanti, tra video allucinogeni, luci epilettiche e la concentrazione di cannabinoidi nell’aria. Loro si intendevano di visual quando a Milano non c’erano ancora gli hipster, ma forse già si intuiva che sarebbero potuti arrivare.

Scansione-76-1024x1024

Due giorni fa mi è stato finalmente recapitato il DVD di Unità di Produzione Musicale, da cui sono tratte le immagini inserite in questo articolo. Il film è molto simpatico, con qualche pecca (o forse solo troppa ostentazione) del carattere diy della produzione (crowfundata su musicraiser), veramente interessante come esperimento antropologico. Soprattutto, dalle composizioni dei musicisti escono fuori dei pezzi veramente stupendi, che sembra un peccato non averne fatto una colonna sonora a parte (che in teoria avrebbe dovuto esserci, forse me la sono persa io?).
Comunque, buon Natale.

Scansione-16-1024x1024

Annunci


No Responses Yet to “A pennarello blu”

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: